Home / Libri in offerta / Good Reads: creare la propria libreria virtuale

Good Reads: creare la propria libreria virtuale

Good Reads: creare la propria libreria virtuale

Nonostante il successo testimoniato dai numerosi tentativi di imitazione, Anobii rischia di perdere lo scettro di migliore servizio Web 2.0 dedicato ai lettori a vantaggio di Good Reads (www.goodreads.com).

Questo portale, nato nel 2007 (e disponibile, al momento, solo in lingua inglese) porta infatti la condivisione di informazioni letterarie a un nuovo livello.

La piattaforma ha molto in comune con i servizi concorrenti: permette all’utente di creare la propria libreria virtuale, di “taggare” i testi inseriti, scrivere recensioni e di spulciare tra gli scaffali dei propri amici.

Good Reads ha però il grande merito di fornire anche delle funzioni nuove.

Per esempio, il sito consente di inserire nella propria libreria gli e-book e permette di utilizzare il servizio di posta interno per segnalare a un amico una parte del testo elettronico giudicata particolarmente intrigante o emozionante. In questo modo i due iscritti possono utilizzare la piattaforma del servizio per leggere insieme i contenuti e scambiarsi pareri e sensazioni.

Inoltre Good Reads offre l’opportunità di pubblicare accanto ad ogni testo anche clip video: può trattarsi di video-recensioni, effettuate magari da qualche celebre critico, oppure di un estratto di una lettura pubblica eseguita da un attore di teatro o da un comune utente.

L’unico limite è che i video da pubblicare siano già ospitati su YouTube (www.youtube.com) o su BookVideo (www.bookvideo.tv) e che l’utente abbia lo status di “Librarian”, cioè di bibliotecario.

Ottenere questa sorta di titolo è piuttosto semplice: basta aggiungere alla propria libreria virtuale almeno 50 libri.

Una volta diventato “bibliotecario” l’utente può inserire le copertine mancanti, unire le diverse edizioni di un romanzo in una sola (e raggruppare così le relative recensioni), aggiungere informazioni (scrivendo per esempio una sintesi della trama o inserendo il link dell’editore), e correggere le indicazioni erronee come la data di pubblicazione o il numero dell’edizione.

Libri elettronici: i Web libri

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *